lunedì 20 giugno 2016

Cercasi lampadieri


Quando ho visto che oggi, 12 anni fa, moriva Tom Benettollo ho pensato subito a lui, al Paese, ai Balcani, ad un'altra stagione della storia, a quelli che allora erano quasi "miti" e a certi compagni di strada non solo in senso metaforico. 

Ed ho pensato subito a quella pagina. Ai lampadieri. Ruolo personale e ruolo possibile per organizzazioni e corpi sociali. 
E ho pensato a come in fondo c'entri anche con oggi. Oggi anche in senso stretto.
La notte scura. Il non sapere con certezza dove si stanno mettendo i piedi. Ma continuare a camminare. E continuare a reggere la pertica.
Perchè i cammini si aprano e altri possano passarci... 

In questa notte scura 
qualcuno di noi 
nel suo piccolo   
è come quei lampadieri 
che camminando innanzi  
tengono la pertica rivolta all'indietro, 
appoggiata alla spalla 
con il lume in cima. 
Così il lampadine vede poco davanti a sé 
ma consente ai viaggiatori di camminare più sicuri.  
Qualcuno ci prova. 
Non per eroismo o narcisismo, 
ma per sentirsi dalla parte buona della vita. 
Per quello che si è 
Credi,


Tom