sabato 20 agosto 2016

M'intrigano le felci, in rovi inciampo



Settimana 5. 
(Non molto) camminare, ma insieme. 
L'incontro con rovi e tafani. 
La capacità di riformulare i piani.

Camminare è un antidoto a questa intossicazione ideologica o religiosa, e lo è "naturalmente". Camminiamo col nostro corpo. Questo semplice fatto ci consegna alla nuda vita, ai suoi elementi e bisogni più elementari: mangiare, bere e dormire, freddo e caldo, stanchezza e riposo, dolore e piacere; dove i nostri sensi sono tutti all'opera con una potenza e un'acutezza prodigiose che normalmente non sperimentiamo.

Camminare, una rivoluzione - Antonio Labbucci

Egli guardò ed ecco: il roveto ardeva nel fuoco, ma quel roveto non si consumava. Mosè pensò: "Voglio avvicinarmi a vedere questo grande spettacolo". 

Libro dell'esodo

Sotto cieli spaziali
traverso le radure
m'intrigano le felci
in rovi inciampo
s'apre di spine e cardi la mia pelle...

(Consorzio suonatori indipendenti -  Palpitazione tenue)

Da Cortona.

Giorno 1 chiacchiere di cammini pedalati altrui.


P: Poi il mattino dopo ti svegli che ti tira ogni tendine. Ti fa male ogni muscolo. Ci metti un po' anche solo per alzarti... 
A: Ma sai che a me quella sensazione piace? Perché in quel momento penso che finalmente sto usando il corpo per quello per cui è stato fatto. E il corpo si riattiva e risponde. Che il corpo non è fatto per stare tutto il giorno seduto davanti al computer. Non è fatto per farsi sempre portare.

Giorno 3. Nel bosco dietro casa.
Con marito, tre bimbi e le scoperte di Tommaso (4 anni) sull'armonia della natura.
"Noi pensiamo che non sanno parlare ed ascoltare. Solo perché non hanno orecchie e bocca. Invece non è così. I muschi parlano il muschiese, i sassi il sassese, i fiori il fiorisse, l'erba l'erbese, gli alberi l'alberino... Tutti parlano. Ognuno la sua lingua. Tutti diversi. Ma tra loro si capiscono. Sempre. Perfettamente".  


Giorno 5. Seguendo la strada basolata romana.
Da Cortona a Sant'Egidio.
Da Sant'Egidio a Sanbuchello.
Passando per Monte Cuculo, Monte Melillo e Portole.