lunedì 1 gennaio 2018

Compleanno a capodanno


Lui è davvero nato sulla linea di confine tra un anno e l'altro. La notte, tra il panettone e il brindisi e i botti, si attraversava avanti e indietro la città per il falso allarme e l'uscita d'emergenza.

Loro invece sono nati in paesi diversi, in giorni diversi. E la data del capodanno l'hanno avuta in sorte solo al momento dell'approdo. Nella confusione dello sbarco, dall'assenza di documenti, dal bisogno di avere un motivo qualunque per poter arrivare...

Da quando è nato lui, per me è sempre più compleanno che capodanno.
Che nulla potrà eguagliare un anno che inizia con la vita che nasce...

Da quando ho incontrato loro, penso anche che nulla potrà eguagliare la possibilità di rinascere, pure se costa il prezzo di nuovo compleanno...

Oggi vi penso assieme.

Cosa riserva la vita per voi, nati o rinati su una linea di confine del tempo o dello spazio?

Che possiate trovare approdo.
Abbassare le difese. Rilassarvi, sereni.
In luoghi che sentite casa.
Tra gente che amate e vi ama. 
Crescendo, imparando. 
Senza che questo vi costi mai il prezzo della vostra identità...

Auguri! Buon compleanno! Buon anno!